Piccolo Pescatore

Piccolo pescatore
quanta pazienza
Quanta pazienza serve
per svegliarsi alle prime luci dell’alba?
Esci correndo, come al solito
sbattendo il portone
inciampando per la fretta
con i tuoi stivaletti gialli
tra un secchio e la canna da pesca
con i tuoi vestiti spiegazzati
e un sacco di sbadigli

Piccolo pescatore
eccolo il mare
È pieno di granchi tra gli scogli
stanno fermi a mezz’acqua
nel loro fare le bolle
mentre tu, paziente
aspetti che abbocchino i pesci

Piccolo pescatore
ti si chiudono quasi gli occhi
nella strana quiete del mare
dal suo ipnotico infrangersi
mentre tu, paziente
vorresti qualcosa da mangiare
un panino
o una Brioches e un succo di frutta
Aspetti che arrivi tuo padre
che, come te, è sempre in ritardo

Piccolo pescatore
volano sopra di te tantissimi gabbiani
cantano e planano sul mare
sono lì
per il tuo stesso motivo
Quindi soffiati il naso,
lancia la lenza
e lascia che il mare
ti senta fischiare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: